- 

Gli analisti lo confermano: ci sarà un prima e un dopo la crisi del COVID-19 nello sviluppo e nell’uso della telemedicina.

Telemedicina è un termine che indica diverse pratiche mediche in remoto basate sulle tecnologie informatiche e di comunicazione. La telemedicina include la tele-consultazione (il medico esegue una consultazione in remoto, spesso tramite videoconferenza), la tele-expertise (scambio in remoto tra due professionisti sanitari, uno dei quali necessita di un rapido accesso all’opinione di uno specialista) e il tele-monitoraggio (monitoraggio a distanza di determinate variabili di un paziente).

L’impennata della telemedicina dovuta alla crisi del COVID-19

Per rallentare la diffusione del virus, ridurre il rischio di contaminazione nelle sale d’attesa, identificare o seguire i pazienti con una forma di malattia non grave e continuare il trattamento di pazienti affetti da patologie croniche, i professionisti sanitari recentemente hanno fatto largo uso di tele-consultazioni. In Francia, ad esempio, il numero delle tele-consultazioni registrate dal Sistema di Assicurazione Sanitaria Nazionale ha subito un aumento esponenziale (+15% tra febbraio e marzo).

L-essor-de-la-telemedecine-avec-la-crise-du-COVID-19
Numero di tele-consultazioni registrate dal Sistema di Assicurazione Sanitaria francese.

Tele-consultazione assistita

La tele-consultazione tra paziente e medico ha tuttavia alcuni limiti, in quanto il paziente di solito non ha i mezzi o le conoscenze per eseguire dei semplici esami clinici. Alcuni pazienti possono essere in possesso di strumenti per la misurazione della pressione sanguigna, ma la loro qualità o il loro utilizzo non sono sempre ottimali. Inoltre, la popolazione con le maggiori necessità in campo medico – gli anziani, non sempre hanno dimestichezza con le nuove tecnologie né sono capaci di svolgere su se stessi gli esami necessari per una consultazione.

Da ciò deriva la necessità della tele-consultazione assistita da un professionista sanitario (detta anche tele-consultazione assistita): si tratta di una consultazione tra il medico e il paziente in presenza di una terza persona – un professionista sanitario. Può trattarsi di un assistente sanitario a domicilio, di un infermiere in una casa di riposo ecc. Il professionista sanitario in contatto con il paziente fa da collegamento con il medico e può svolgere semplici test diagnostici quali la misurazione della pressione sanguigna o l’ECG. Questo viene chiamato tele-diagnosi o tele-assistenza.

connected -homecare

MESI mTABLET: un sistema tele-diagnostico di qualità professionale

Il sistema MESI mTABLET è ideale per la tele-assistenza. Dotato di diversi moduli diagnostici wireless, il sistema MESI mTABLET può essere trasportato ovunque dal professionista sanitario. Il sistema MESI mTABLET è stato sviluppato in collaborazione con infermieri e medici per soddisfare le loro esigenze specifiche.  Il risultato è un’interfaccia semplice e ottimizzata per l’uso quotidiano in tele-consultazione e tele-diagnostica.

Il professionista sanitario in contatto con il paziente può così effettuare dei test quali l’ECG a riposo, la misurazione della pressione sanguigna, della saturazione, dell’indice caviglia-braccio per la PAD o per la valutazione della cura delle lesioni. Il medico dal suo ambulatorio ha accesso a distanza a misurazioni di qualità sulle quali poter basare la propria diagnosi e determinare la cura più appropriata.